La cellulite è uno degli inestetismi più diffusi: secondo le ultime statistiche interessa l’89-95% delle donne e (solo) il 5% degli uomini. Essa è caratterizzata dall’aumento della dimensione delle cellule adipose e dall’accumulo di liquidi in eccesso a loro interno e negli spazi compresi tra adipociti vicini.

Diversi, e probabilmente non tutti a oggi conosciuti, sono i fattori che innescano e/o facilitano l’insorgenza della cellulite: tra i principali ricordiamo predisposizione genetica, vita sedentaria, assunzione di farmaci e alcolici, fumo.

Ancora una volta la dieta gioca un ruolo cruciale: diversi studi hanno dimostrato che l’assunzione di agrumi durante le stagioni fredde, e in particolare di arance, aiuta a stroncare sul nascere la comparsa della tanto temuta “pelle a buccia d’arancia”.

Non si tratta di un gioco di parole! L’arancia è un frutto ricco di antociani, una classe di antiossidanti che aiutano a contrastare la crescita degli adipociti. Inoltre l’azione combinata di antociani e vitamina C ossigena i tessuti, attiva la circolazione linfatica e favorisce il drenaggio dei liquidi, eliminando tossine e adipe in eccesso.

I nutrizionisti consigliano infatti di consumare una spremuta di arance fresche al giorno, meglio se durante la colazione o gli spuntini, e possibilmente senza averla prima filtrata o ulteriormente zuccherata.